venerdì 27 ottobre 2017

Radio Vaticana
(Giada Aquilino) I cittadini, e in generale l’essere umano, devono essere messi di nuovo “al centro” del cosiddetto ‘Progetto Europa’, per esserne a tutti gli effetti “attori”. Così il cardinale Reinhard Marx, arcivescovo di Monaco e Frisinga e presidente della Commissione delle Conferenze Episcopali dell'Unione Europea (Comece), presentando stamani in Sala Stampa della Santa Sede il dialogo “(Re)Thinking Europe, un contributo cristiano al futuro del Progetto Europeo”. L’evento è organizzato in Vaticano dalla stessa Comece, in collaborazione con la Segreteria di Stato. I lavori - con 350 partecipanti previsti, tra cui politici, religiosi, diplomatici e rappresentanti di diverse organizzazioni e movimenti - al via oggi pomeriggio in Aula nuova del Sinodo con l'intervento del cardinale segretario di Stato Pietro Parolin, poi l’udienza del Papa prevista per domani pomeriggio e una Messa conclusiva in programma domenica mattina nella Basilica di San Pietro. (...)